DICHIARAZIONE DEI REDDITI COLF E BADANTI 2020: COSA C’E’ DA SAPERE

Lavori come colf, badante, baby sitter o collaboratore domestico? 

Ecco tutto quello che c'è da sapere per fare la dichiarazione redditi colf 2020. 

Per prima cosa la dichiarazione redditi colf è un obbligo fiscale per tutti i lavoratori, italiani o stranieri, che siano assunti in qualità di colf, badanti, baby sitter o collaboratori domestici.

Queste categorie percepiscono una retribuzione al netto dei contributi INPS (che vengono versati dal datore di lavoro trimestralmente), ma devono comunque pagare le tasse e le imposte statali grazie alla quali usufruiscono dei servizi pubblici. Non solo grazie alla denuncia dei redditi i lavoratori posso ottenere detrazioni e deduzioni d'imposta IRPEF per le spese (anche dei familiari a carico) effettuate nel corso dell'anno precedente. 

E' obbligatorio per tutti? 

In realtà no, sono obbligati a presentare la dichiarazione redditi colf solo i lavoratori che abbiano un reddito annuo superiore agli 8.000 euro. Se non si tocca quella soglia è comunque possibile presentare la dichiarazione dei redditi per ottenere le detrazioni previste anche per i familiari a carico e non dovute le addizionali regionali e comunali IRPEF. 

Dove è possibile controllare il reddito percepito? 

E’ possibile controllare il reddito percepito tramite il modello CU 2020 che viene consegnato dal datore di lavoro, oltre al modello CU è utile presentare anche copia dei bollettini INPS pagati.

Quale modello deve essere compilato e presentato? 

Per il 2020 la dichiarazione redditi colf deve essere presentata tramite il nuovo modello Redditi Persone Fisiche 2019 (ex unico) per via telematica (salvo per i casi previsti per il modello cartaceo) autonomamente o tramite intermediario autorizzato (associazioni di categoria, caf, intermediari). Tale modello è scaricabile dal sito dell'Agenzia delle Entrate gratuitamente e per la sua compilazione è necessario oltre il Cu 2020 anche il codice fiscale del lavoratore e dei familiari a carico qualora ci fossero. Per i lavoratori extra-comunitari è necessario anche lo stato di famiglia se i figli risiedono in Italia o documentazione analoga del Paese di origine (tradotto in italiano e certificata dal consolato italiano) se residenti all'estero.

Infine, per ottenere le detrazioni spese redditi 2020 colf è necessario allegare la documentazione relativa alle spese detraibili sostenute nel 2019. 

Entro quando deve essere presentata la dichiarazione redditi colf 2020?

Il modello deve essere presentato entro il 30 novembre 2020 per via telematica autonomamente dal contribuente o tramite intermediari autorizzati.

Per chi utilizzasse invece il modello 730 ordinario tramite sostituto d'imposta la scadenza è il 7 luglio, il 23 luglio per tutti coloro che lo presentano tramite Caf o intermediari autorizzate o utilizzando il 730 precompilato.