Collaboratori familiari: le buone prassi nell’urgenza coronavirus

Molte famiglie assistite dal Consorzio Angelus, così come molti operatori che gestiamo, ci hanno contattato per chiederci alcune norme comportamentali a cui attenersi in questo momento particolare. 

Di seguito vi riportiamo alcuni quesiti e le nostre proposte.

Lavoro come badante convivente, posso uscire per fare una passeggiata nel periodo di riposo?

No, potrai uscire solo per motivi lavorativi e non per svago. Nel caso di uscite per motivi lavorativi (fare la spesa, andare in farmacia, etc.) dovrai fare molta attenzione evitando luoghi affollati e comunque tenendo una distanza di almeno un metro tra persone che incontrerai.

 

Devo uscire a fare la spesa, come mi devo comportare se devo andare in un altro comune?

Suggeriamo di fare gli acquisti in prossimità del luogo dove viene svolta l'assistenza, possibilmente all'interno del comune. Nel caso si debba inevitabilmente  entrare in un altro comune é buona prassi portare con sé l'autocertificazione prevista dal decreto ministeriale, accompagnata da una busta paga o dalla lettera di assunzione al fine di certificare il luogo di lavoro. 

 

Negli orari di riposo, posso andare a  casa di amici a pranzo o a cena e comunque per motivi diversi da quelli previsti dal decreto ministeriale? 

No, gli spostamenti sono consentiti solo per motivate esigenze lavorative, di salute o situazioni di necessità (ad esempio la spesa alimentare).

 

Sono una colf che lavora part-time non convivente devo restare a casa o posso continuare a lavorare dalla famiglia che mi ha assunto?

Salvo il caso di inderogabile necessità si consiglia di sospendere l’attività lavorativa concordando con la famiglia la sospensione e l’eventuale recupero delle ore perse una volta terminata l’emergenza. 

 

Quali sono i sintomi del Coronavirus?

I sintomi più comuni includono febbre, tosse, difficoltà respiratorie. Nei casi più gravi, l’infezione può causare polmonite, sindrome respiratoria acuta grave, insufficienza renale.

 

A chi devo segnalare i sintomi?

Devi segnalare i sintomi al medico curante, si raccomanda di contattarlo telefonicamente e non andare in ambulatorio, ne andare al pronto soccorso a meno che non sia stato il medico curante a dare tale indicazione.

 

Come mi devo comportare assistendo una persona anziana?

Le persone anziane sono considerate persone a rischio e pertanto si consiglia di seguire le seguenti misure igienico-sanitarie:

Lavarsi  spesso le  mani spesso;

  1. Lavarsi  spesso le  mani spesso;

  2. Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono  di infezioni respiratorie acute;

  3. Evitare abbracci e strette di mano;

  4. Mantenimento,  nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di almeno un metro;

  5. Starnutire e/o tossire in un fazzoletto o nell’incavo del proprio avambraccio evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie;

  6. Evitare  l’uso promiscuo  di bottiglie e bicchieri;

  7. Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani se non prima di essersele lavate accuratamente;

  8. Pulire le superfici con disinfettanti  a base di cloro o alcol;

  9. Usare la mascherina se si presta assistenza a persone  anziane e malate.

  10. Non invitare nessun conoscente o proprio familiare presso il luogo di lavoro fino a che l’urgenza Coronavirus non sarà terminata; 

  11. Informare i familiari della persona assistita nel caso di febbre o di difficoltà respiratorie, nel caso di mancanza di reperibilità dei familiari contattare i Consulenti Angelus di riferimento.